Anche per il 2022 sono state approvate le riduzioni TARI per le famiglie che hanno maggiormente accusato la crisi post COVID, del 40% del dovuto TARI 2022

 

Tenuto conto che l’emergenza epidemiologica a causa della diffusione del virus COVID-19 ha indebolito il tessuto economico-sociale del Comune nel suo complesso, con ricadute negative sulle fasce più deboli della popolazione, il Consiglio Comunale ha ritenuto opportuno approvare, ai sensi dell’art. 1 comma 660 della legge 27 dicembre 2013 e in linea con quanto già deliberato per le annualità 2020 e 2021 (con deliberazione N. 57 del 26/05/2022), la riduzione del 40% di quanto dovuto a titolo TARI 2022 per le famiglie che si trovano in situazione di maggiore difficoltà economica a causa delle conseguenze dell’epidemia del virus COVID-19, ed in particolare:


a) per tutti i contribuenti che hanno presentato l’istanza e, a seguito della verifica dei requisiti, ottenuto il “buono spesa” nel corso del 2021, in attuazione dell’ordinanza n. 658 del 29/03/2020 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Borrelli e ai sensi dell’art. 2 del decreto-legge 23 novembre 2020, n. 154,


b) per tutti i beneficiari nel corso del 2021 del Fondo Famiglie, istituito con deliberazioni della Giunta Comunale n. 251 del 01/12/2020 e n.105 del 06/05/2021 e con eventuali successivi atti;


c) per tutti i beneficiari del bonus baby sitter per l’anno 2021, istituito con deliberazione della Giunta Comunale n. 106 del 06/05/2021;


d) per tutti i beneficiari nel corso del 2021 dei contributi integrativi dei canoni di locazione, erogati dall’Unione dei Comuni Circondario dell’Empolese Valdelsa, ai sensi della Lelle n. 431 del 09/12/1998 e della L.R. n. 2 del 02/02/2019.

 

Le riduzioni sono già state applicate nella emissione degli acconti TARI 2022.

Per maggiori informazioni si invita a consultare la sezione dedicata alla Tassa sui rifiuti TARI 

torna all'inizio del contenuto