Il servizio è erogato dall'Ufficio Servizi Sociali

Cosa è?

Viene concesso dal comune ed erogato dall'inps alle madri che non beneficiano del trattamento previdenziale dell'indennità di maternità o comunque ne beneficiano per una misura inferiore all'importo del predetto assegno.

Il procedimento

L'assegno attualmente è di € 342,62 per 5 mensilità (se spetta per l'intero) - tale valore è annualmente rivalutato sulla base dell'indice Istat - e solo se l'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) del nucleo familiare non supera la somma di € 17.141,45.

È concesso alle donne cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso di permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno) oppure in possesso dello status di rifugiate politiche.

Il beneficio spetta anche nell'ipotesi di minori adottati o in affidamento preadottivo in età non superiore ai sei anni e regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello stato.

Come fare la richiesta:

Bisogna presentarsi all'URP oppure all'Ufficio Servizi Sociali del Comune per il ritiro del modulo di domanda che deve essere compilato dalla madre (salvo casi particolari espressamente previsti) e restituito all'URP entro sei mesi dalla data del parto o dell'ingresso del minore allegando attestazione ISEE rilasciata da Caaf autorizzato.

Quali sono i costi da sostenere?

Per il cittadino non esiste alcun costo

torna all'inizio del contenuto