(art.1 co 3 D.P.R. 396/2000) "per la celebrazione del matrimonio (e per la costituzione delle unioni civili di cui alla legge 20 maggio 2016, n. 76), le funzioni di ufficiale dello stato civile possono essere delegate anche a cittadini italiani che hanno i requisiti per la elezione a consigliere comunale"

 

La richiesta di delega a celebrare un matrimonio nel Comune di Montespertoli secondo l’art. 1 co 3 del D.P.R. 396/2000 va presentata dall’aspirante celebrante esterno e sottoscritta anche dagli sposi almeno 30 giorni prima del matrimonio. Nel caso in cui la richiesta non pervenga nei tempi sopra indicati, la celebrazione potrà avvenire solamente con l’ufficiale dello stato civile messo a disposizione dal Comune.

La Giunta municipale del Comune di Montespertoli con Delibera n.25/2014 ha indicato come linea di indirizzo che le funzioni di Stato Civile siano delegate a soggetti che ricoprano incarichi istituzionali oltre ai requisiti per la elezione a consigliere comunale, eccetto casi particolari che rimangono a discrezione del Sindaco. Pertanto nel caso in cui l’aspirante celebrante esterno non ricopra incarichi istituzionali deve effettuare un colloquio con il Sindaco.

Il possesso dei requisiti dovrà essere dichiarato mediante sottoscrizione di una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi dell’art.47 del D.P.R. 445/2000 contestualmente all’istanza, con modulo sotto riportato. Una volta ricevuta la documentazione, l’ufficio di stato civile, effettuate le necessarie verifiche, predispone la delega delle funzioni di Stato Civile per la celebrazione dell’evento specifico alla persona richiesta e la sottoporrà ad autorizzazione e firma del Sindaco. Il delegato dovrà sottoscrivere la delega di funzioni per accettazione.

L’Ufficiale dello Stato Civile delegato, nel celebrare il matrimonio o unione civile, deve indossare la fascia tricolore come previsto dall’art.70 del D.P.R. 396/2000 e sarò lui solo unico rappresentante del Comune di Montespertoli, responsabile della cura e della corretta tenuta dell’atto di matrimonio. Non è presente personale del Comune. Dovrà rendersi disponibile a ritirare e restituire l’atto secondo i tempi indicati dall’ufficio dello stato civile.

Allegati:
Scarica questo file (INFORMATIVA PRIVACY.pdf)Informativa privacy[Informativa privacy]1497 kB
Scarica questo file (ISTANZA DEL DELEGATO.pdf)Istanza[Istanza]345 kB

torna all'inizio del contenuto