Il paese di Caronia si trova sull'omonimo monte, che dà il nome alla catena montuosa: i Monti Nebrodi, ovvero parte degli Appennini siciliani si chiamano infatti anche monti Caronie. Il fiume Caronia che attraversa il territorio, ha assunto un carattere torrentizio.

Il comune confina a nord con il mar Tirreno, a sud con il comune di Capizzi, ad est con il comune di San Fratello e a ovest con il comune di Santo Stefano di Camastra. Sulla costa si trova la frazione di Marina di Caronia, Canneto e Torre del Lauro. Con i suoi 226 km² di superficie, il territorio comunale di Caronia è il più esteso della città metropolitana di Messina e il novantatreesimo in italia.

(fonte: Wikipedia)

Le origini di Caronia sono sospese tra storia e mito. Sembra che a fondare il primo nucleo abitato intorno all'VIII secolo a. C., con il nome di Kale Akte (Kalh Acth "bella costa"), furono dei coloni greci. Notizie piu' certe sulle origini della colonia, tuttavia, sono da collocare in epoca successiva. Secondo lo storico Diodoro Siculo, infatti, la fondazione di Calacte, su preesistenti insediamenti, risalirebbe al 447 a. C. ad opera di Ducezio, re dei siculi, di ritorno dall'esilio di Corinto osservando le disposizioni di un oracolo divino.

Sito istituzionale del Comune di Caronia

torna all'inizio del contenuto