Da metà giugno la Pubblica Assistenza Croce d’Oro di Montespertoli, si avvarrà di un nuovo servizio alla cittadinanza e renderà ufficialmente attivo lo sportello satellite del Centro Aiuto Donna Lilith di Empoli.

"Uno dei principi cardine della metodologia dello sportello è che sia la donna a prendere contatto direttamente con il centro per un’uscita consapevole dalla violenza. A partire da questo primo contatto lo sportello fornirà una risposta concreta, anche grazie ad una rete importante di rapporti con le Istituzioni e le Associazioni che operano sul territorio e permetterà di assistere al meglio le donne che chiedono aiuto." dichiara Daniela Di Lorenzo, Assessore al sociale.

Il Centro Aiuto Donna Lilith – sportello di Montespertoli - ha lo scopo di ampliare ed intensificare la rete di supporto e aiuto a tutte le donne vittime di violenza domestica e non solo, sia fisica che psicologica, offrendo sostegno e tutela psicologica, legale e di accoglienza, nel massimo rispetto della riservatezza delle persone coinvolte, sarà un servizio dedicato all'ascolto e alla comprensione per aiutare a rompere il silenzio e dire basta alle violenze e ai maltrattamenti.

"I centri antiviolenza sono luoghi in cui si offre consulenza accogliendo le donne che hanno subito violenza. Alla base del lavoro dei Centri c'è una profonda conoscenza delle cause della violenza e delle conseguenze che ha sulle vittime. Il primo obiettivo è quello di dare ascolto e supporto alle donne che si trovano in difficoltà, il servizio è gratuito ed articolato in accoglienza telefonica, colloquio psicologico, colloquio individuale e sostegno nel percorso che si decide di intraprendere." aggiunge Mariano Falcini, Presidente della Pubblica Assistenza Croce d’oro di Montespertoli.

Lo sportello sarà aperto in via G. Martini, 29, (sede Croce d'oro) ed è aperto previo appuntamento, il lunedì, martedì e venerdì, dalle ore 9 alle ore 18 ed il sabato dalle ore 9 alle ore 13, il numero da contattare è 333 181 08 11 oppure tramite mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

torna all'inizio del contenuto