Nei prossimi giorni sarà pubblicato il nuovo bando di gara per l’affidamento dei servizi educativi per la prima infanzia e per i servizi extrascolastici del Comune di Montespertoli. La durata dell’appalto è di 5 anni e l'importo complessivo è di oltre tre milioni di euro.

"Abbiamo mantenuto fede agli impegni presi con i giovani e le famiglie di Montespertoli, con questo nuovo investimento la nostra comunità diventerà a tutti gli effetti una vera comunità educante che si fa carico in modo collettivo dei bisogni degli adolescenti e delle famiglie." dichiara l'Assessora Daniela Di Lorenzo.

Per quanto riguarda il Nido d’Infanzia l’Aquilone, l’amministrazione ha deciso l’ampliamento dell’offerta educativa aumentando i posti al nido di 10 unità con l’obiettivo di riuscire a rispondere al numero eccezionalmente alto di domande pervenute anche questo anno che, sostanzialmente, confermano l’alto standard di qualità del nido comunale.



Nel percorso tracciato per la costruzione di un paese a misura di famiglia è fondamentale pensare alla realizzazione di un sistema unico integrato per l’educazione ed è per questo motivo che, con la nuova gara, verranno potenziate le attività del C.I.A.F. - centro, infanzia, adolescenza e famiglia, mediante una progettazione integrata sia con la rete dei servizi educativi e delle scuole, sia con soggetti istituzionali e associazioni coinvolte nelle politiche familiari.

Ed è proprio al tema dei bisogni emergenti delle famiglie e dei giovani che è rivolto il nuovo progetto “Volare senza Elica” che nasce con l’obiettivo di migliorare le opportunità educative e culturali rivolte agli adolescenti del territorio. La nuova proposta progettuale mette al centro la partecipazione attiva dei ragazzi per rendere la comunità di Montespertoli ancora più coesa e inclusiva, in particolar modo verso tutti gli adolescenti ponendo anche le basi per il ripensamento e per la riprogettazione anche degli spazi pubblici, a partire delle idee proposte dai ragazzi coinvolti, nell'ottica di un futuro più accogliente verso tutte quelle fasce della popolazione più giovane.

"I servizi educativi ed extra scolastici sono centrali per la crescita dei bambini e dei ragazzi, sono un presidio per la comunità che li accoglie e sono luoghi generatori di benessere per tutti coloro che li frequentano. Ad oggi, avere servizi di qualità significa supportare realmente le famiglie ed incoraggiare la genitorialità. - aggiunge Daniela Di Lorenzo, Assessore alla Scuola e al Sociale – Le iniziative svolte nel C.I.A.F. avranno lo scopo di arricchire l'offerta educativa e di valorizzare il ruolo della genitorialità e la sua funzione educativa a tutela della crescita dei minori e degli adolescenti. Inoltre, grazie alla capacità progettuale del nostro Ufficio ci apprestiamo ad attivare il progetto ‘Volare senza Elica’ molto importante per i giovani e sarà diffuso in tutto il territorio per andare fisicamente incontro alle necessità dei giovani e degli adolescenti e favorire l'uscita da condizioni di marginalità. Ancora una volta questo avverrà con la collaborazione del Terzo settore che si conferma una straordinaria risorsa del territorio".

torna all'inizio del contenuto